Home > Sogni con la P > Sognare una porta: che significa, interpretazione e numeri al lotto

Sognare una porta: che significa, interpretazione e numeri al lotto

loading...

Un recente studio condotto presso l’Università di Notre Dame, dal famigerato professore di psicologia Gabriel Radvansky, ha confermato empiricamente il fenomeno, riscontrato più volte nelle nostre vite, per cui passando da una stanza all’altra spesso dimentichiamo il perché lo abbiamo fatto. Attraverso una serie di tre esperimenti, condotti sia in ambienti virtuali che reali, è stato chiesto ai soggetti partecipanti di cimentarsi in veri e propri esercizi di memoria; l’esperimento ha rivelato che i soggetti, nel passare bruscamente da una porta all’altra, decurtavano drasticamente le loro prestazioni mnestiche, rivelando così maggiori dimenticanze rispetto a quando non avveniva il passaggio da un ambiente all’altro.

In sintesi, attraversare una porta significa, per il nostro cervello, giungere in un nuovo ambiente, in una nuova atmosfera e questo spinge la nostra memoria ad elaborare una nuova traccia mnestica, così da poterla trattenere nel ricordo. I cardini delle porte segnalerebbero al nostro cervello la fine di vecchi episodi e l’inizio di nuovi; attraversare una porta nei sogni, dunque, ha sempre a che fare con il concetto di passaggio, ossia il movimento da uno stato dell’essere ad un altro, l’abbandono del passato verso il futuro.

VALENZE E SIGNIFICATI ONIRICI

Passaggio, cambiamento, movimento da un punto ad un altro: queste le valenze simboliche principali che ci vengono suggerite dall’immagine onirica suddetta. Il compito primo di una porta, quello per cui è stata concepita, è di dividere gli ambienti in veri e propri campi semantici diversi, potremmo dire. Nei sogni essa segnala e divide diversi aspetti psichici del sognatore ed, inoltre, proprio per la sua funzione di apertura-chiusura, tale simbolo possiede una duplice valenza: possibilità ed ostacolo. E’ ovvio che una porta aperta, di cui si posseggono le chiavi, rappresenta l’opportunità di attraversarla, mentre una chiusa è d’ostacolo al nostro passaggio; questo fattore risulta di estrema rilevanza per l’interpretazione stessa.

Come conseguenza logica, ritrovarsi dinanzi ad una porta chiusa e bloccata, impossibile da valicare, può alludere ad un vero e proprio blocco personale ed esistenziale nella propria biografia: è il caso di un sognatore, ad esempio, che vuole andare in qualche direzione, vuole stringere un determinato rapporto, raggiungere una precisa svolta professionale, senza però riuscire a carpirne il come, senza riuscire a trovare la chiave per sublimare i propri obiettivi. Ma trovare, nei sogni, quella misteriosa chiave e dunque aprire la porta,  vuol dire che si è riusciti a sbloccare le proprie risorse interiori, è precisamente trovare la chiave del successo, l’immagine suggerisce al viandante onirico che egli è in possesso dei mezzi per raggiungere i propri scopi, per vivere con estrema consapevolezza la sua personalissima fase di passaggio.

Trattandosi di un luogo di accesso, la porta, per la sua intrinseca possibilità di esser attraversata e dunque varcata, si presta molto bene ad essere una delle varie rappresentazioni eufemistiche con le quali spesso ci compare in sogno il sesso femminile; pertanto, il fatto stesso di aprirla ed attraversarla potrebbe suggerire l’atto stesso della penetrazione fisica e sessuale. E’ importante segnalare che la maggior parte delle tradizioni mistico-religiose, così come quella giudaico-cristiana, sono letteralmente imbottite, nei loro libri sacri, di allegorie che portano come immagine una porta, un uscio, una soglia, il cui attraversamento starebbe ad indicare proprio il passaggio ad uno stato superiore dello spirito, una elevazione in senso etico ed esistenziale dell’individuo, abbandono delle mondanità e della carne. La porta aperta (si pensi all’apostolo Pietro, è lui che, ad esempio, possiede le chiavi per l’accesso al regno dei cieli che, non a caso, è preceduto da un’immensa porta) è simbolo misterico della rivelazione di Cristo, un’evoluzione che porta ad una rinnovata condizione dello spirito.

CHIUDERE LA PORTA IN SOGNO

Se durante il sogno, siamo noi a precluderci il passaggio da un ambiente ad un altro, allora il significato cambia drasticamente;  chiudere personalmente la porta, addirittura sprangarla, attraversati da un forte senso di paura e disagio, simboleggia la propria inquietudine rispetto ad una invasione esterna, che proviene dall’altro. Esistono, probabilmente, problemi assillanti che assediano il nostro spirito, persone dalla vena opprimente che limitano le nostre possibilità, oppure situazioni di enorme stress che vogliamo lasciare definitivamente fuori dalla nostra vita e rimuoverle. Se la porta che teniamo chiusa viene violentemente sfondata, è sinonimo di enormi pulsioni interne, di natura sessuale soprattutto, che non riusciamo più a governare e chiedono di avere libero sfogo.

TROVARE UNA PORTA INASPETTATA IN SOGNO

Si tratta, in genere, di un sogno molto piacevole; la curiosità ci spingerà sicuramente ad aprirla e saranno propri quei particolari a rivelarci la reale consistenza interpretativa del sogno. Tale simbologia si collega direttamente al ritrovamento di risorse psichiche interiori di cui si ignorava l’esistenza; ci si imbatte in una nuova scoperta, quella di poter sfruttare in modo nuovo le proprie capacità e possibilità.

SOGNARE UNA PORTA CHE NON PUÒ ESSERE CHIUSA

In tal caso il sognatore si trova dinanzi ad un cambiamento esistenziale che non può essere evitato; l’atto di chiuderla forzatamente indica la volontà dell’individuo di ostacolare e limitare tale fase di passaggio che si presenta come inequivocabile ed inarrestabile. Tutto ciò fa riferimento anche al fatto che il sognatore sta cercando a tutti i costi di chiudersi in se stesso, lasciando da parte il resto, è indice di bassa autostima e fiducia in se stessi.

CABALA E SMORFIA

Il numero a cui si fa riferimento in caso di porta, varchi ed attraversamenti è il 62.

Articoli interessanti

loading...
Top